Bonus PC e tablet per i figli in DAD dei dipendenti sul Piano di Welfare

Esente IRPEF il rimborso riconosciuto dall’azienda ai propri dipendenti se i dispositivi sono usati per la DAD. A stabilirlo è l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 37/E del 28 maggio 2021.
Categoria: Welfare
Clicca qui per visualizzare la scheda del servizio associato a questa notizia



 

Le aziende  che decidono di riconoscere, nell’ambito di un piano di welfare, un bonus PC e tablet ai propri dipendenti con i figli in DAD, non dovrà applicare alle somme corrisposte la ritenuta IRPEF.

Tra le somme per le quali non è dovuta l’IRPEF ci sono quelle erogate per finalità di educazione e istruzione, ambito che è stato tra i più colpiti dall’emergenza sanitaria.

Sia il bonus erogato come rimborso che l’eventuale voucher rilasciato per l’acquisto di computer, laptop e tablet per la didattica a distanza non costituiscono reddito imponibile per il lavoratore dipendente, che non pagherà le tasse sul beneficio riconosciuto e non dovrà indicarlo in dichiarazione dei redditi

Il diritto all’esenzione IRPEF del bonus per PC e tablet sarà però riconosciuto solo a patto che il dipendente produca idonea documentazione, rilasciata dalla scuola o dall’Università, che attesti lo svolgimento delle lezioni a distanza, attraverso la DAD.

Ricorda che rimborsiamo alla tua azienda al 100% fino ad un massimo di € 400,00 i costi di set-up iniziale per l'attivazione delle piattaforme di welfare aziendali (avvio e impostazione della piattaforma). Richiedi subito il servizio.

 
Per maggiori informazioni rivolgersi a Segreteria Ente Bilaterale Veneto FVG 041/5802374


11 giugno 2021 -13:08


Query non eseguita:
select n.*, c.new_cat_descrizione as categoria from SE_NEWS as n LEFT JOIN SE_NEWS_CATEGORIA as c on (n.new_categoria=c.new_cat_codice) where n.id = '1287'