RICHIEDI L'ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE PER FIGLI

Chi ha diritto a tale contributo e come ottenerlo e a chi rivolgersi per l'ISEE? L’assegno unico e universale figli ha un valore che varia da 175 euro a 50 euro al mese per ogni figlio minorenne. Dai 18 ai 21 anni il contributo varia da da 85 euro a 25 euro. L’importo spettante dipende dall’ISEE e all’età dei bambini, ad eccezione dei figli disabili per cui non vi sono limiti di età.
Categoria: Bandi e finanziamenti
Clicca qui per visualizzare la scheda del servizio associato a questa notizia

Dal 1° gennaio 2022 è possibile presentare la domanda on line per l’Assegno unico e universale anche tramite l'aiuto dei Caf e patronati. La prestazione sarà pagata a partire da marzo e andrà a sostituire le altre prestazioni e detrazioni.

L’Assegno unico e universale è un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio minorenne a carico e fino alla maggiore età e, al ricorrere di determinate condizioni, fino al compimento dei 21 anni di età. L’Assegno unico è riconosciuto anche per ogni figlio a carico con disabilità senza limiti di età.

Questo assegno viene erogato ogni mese dal 7 mese di gravidanza, tutti i mesi e tutti gli anni fino al 21 esimo anno di età del figlio a seconda del reddito della famiglia.

È “unico” perché mira a semplificare e potenziare gli interventi in favore della genitorialità e della natalità, è “universale” perché è garantito a tutte le famiglie con figli a carico residenti e domiciliate in Italia.

Chi sono i soggetti interessati?
Si tratta di tutti  i  nuclei  familiari  con  figli  a  carico.

L'assegno  sarà  calcolato in  base  all'ISEE. In caso di mancanza di ISEE, verrà ridotto alla misura minima di 50,00 euro. È riconosciuto per:
  • ciascun figlio  minorenne  a  carico  (dal  settimo  mese  di  gravidanza per i nuovi nati);
  • ciascun figlio  maggiorenne  a  carico,  fino  al  compimento  dei  21 anni  di  età, se:
        • frequenta  un  corso di  formazione  scolastica  o  professionale oppure  un  corso  di  laurea;
        • svolge  un  tirocinio  o un'attività  lavorativa e  possiede  un  reddito  complessivo  inferiore  a  8.000  euro  annui; 
        • è  registrato  come  disoccupato alla ricerca attiva di  un lavoro presso  i  centri per  l'impiego (collocamento);
        • svolge  il  servizio  civile  universale;
  •   per  ciascun  figlio  a carico con  disabilità, senza limiti  di  età.
 
La  domanda  deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, corredata dal modulo Isee, direttamente sul portale INPS tramite la propria Identità digitale oppure tramite un CAF/Patronato.

 
L'INPS  provvederà  al  riconoscimento  dell'assegno  entro  sessanta  giorni dalla  domanda


Vi ricordiamo i servizi dell'Ente Bilaterale Veneto FVG a sostegno della natalità e disabilità che i dipendenti titolari soci possono richiedere

erogazione una tantum di euro 350,00 per tutti i lavoratori e i datori di lavoro delle aziende iscritte all'ente che abbiano avuto o adottato un figlio

contributo una tantum pari a € 500 a tutti gli iscritti che hanno figli portatori di handicap con disabilità certificate gravi o che abbiamo loro     stessi disabilità certificate gravi.

Per maggiori informazioni rivolgersi a segreteria Ente Bilaterale Veneto fvg 041/5802374


24 gennaio 2022 -12:33


Query non eseguita:
select n.*, c.new_cat_descrizione as categoria from SE_NEWS as n LEFT JOIN SE_NEWS_CATEGORIA as c on (n.new_categoria=c.new_cat_codice) where n.id = '1332'