TURISMO: esenzione credito d'imposta imu

IMU imprese turistiche, credito del 50 per cento del saldo 2021 nel decreto Energia
Categoria: Normativa
Clicca qui per visualizzare la scheda del servizio associato a questa notizia

 

In  considerazione  del  perdurare   degli   effetti   connessi all’emergenza sanitaria da COVID-19 e della conseguente situazione di tensione finanziaria degli operatori economici del settore, con gravi ricadute occupazionali e  sociali l’articolo 22 del Dl 21 marzo 2022, n. 21 “Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina.  Ha stabilito un credito di imposta IMU, per il comparto turistico, per l’anno 2022 pari al 50% della seconda rata versata per l’imu 2021.


Il credito d’imposta è riconosciuto alle imprese turistico-recettive, comprese quelle che esercitano attività agrituristica, alle imprese che gestiscono strutture ricettive all’aria aperta, nonché alle imprese del comparto fieristico e congressuale, ai complessi termali e ai parchi tematici, inclusi i parchi acquatici e faunistici.


La misura è corrispondente al 50% dell'importo versato a titolo di seconda rata dell’anno 2021 dell’imposta municipale propria (IMU) per gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 a condizione che i proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate e che abbiano subìto una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel periodo indicato di almeno il 50% rispetto al corrispondente periodo dell'anno 2019.


7 aprile 2022 -15:32


Query non eseguita:
select n.*, c.new_cat_descrizione as categoria from SE_NEWS as n LEFT JOIN SE_NEWS_CATEGORIA as c on (n.new_categoria=c.new_cat_codice) where n.id = '1350'