Welfare: Legge di Stabilità 2018 e Ente Bilaterale Veneto Fvg a braccetto

Categoria
Welfare
Clicca qui per visualizzare la scheda del servizio associato a questa notizia

Oggetto
Il 27 dicembre 2017 è stata licenziata la Legge di Bilancio 2018. Il testo, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre, presenta alcuni passaggi significativi che interessano anche le attività dell'Ente Bilaterale Veneto Friuli Venezia Giulia relative al welfare e non solo: costi trasporto pubblico, incentivi natalità, aiuti alla famiglia, ammortizzatori sociali, spese dibabilità, ecc...

Descrizione

PIANI DI WELFARE: inserite anche le spese per il trasporto pubblico

Con le precedenti Leggi di Stabilità (2016 e 2017) si è attuata e ampliata quella "rivoluzione" che ha esteso il novero delle erogazioni con finalità sociali, educative e assistenziali, agevolate, e legate alla produttività, favorendo i servizi di welfare rispetto all’equivalente in denaro. Con la Legge di Bilancio 2018, oggi, in particolare, viene inserito il trasporto pubblico nel paniere di prestazioni di welfare, continuando a sostenere economicamente le imprese che intendono introdurre beni e servizi di welfare come strumenti integrativi della retribuzione.

Inoltre, per l'azienda (di qualsiasi settore) che vuole saperne di più di questa straordinaria opportunità richieda informazioni all'EBVF su: "Piani aziendali di welfare" e "Progetto FSE Welfarenet".

Ma, non solo, EBVF può essere inteso come un welfare contrattuale per aziende e lavoratori del commercio, turismo e servizi e ricevere: 
- una serie di servizi e rimborsi  come persona
- una seria di contributi e servizi come azienda


SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE: confermati i bonus una tantum

Sul fronte del sostegno alle famiglie, la manovra conferma gran parte delle misure introdotte negli ultimi anni:
- Bonus mamme domani
- Voucher baby-sitter
- Buono asilo nido
- Assegni di maternità statali e comunali
Tutte, purtroppo, misure una tantum. In questo quadro il grande assente, ancora una volta, è il tanto discusso Fattore Famiglia, che potrebbe configurarsi come uno strumento valutativo più equo e preciso (sicuramente più dell’attuale ricorso all’ISEE) su cui basare le politiche sociali dedicate ai nuclei familiari con figli minori.

Inoltre, con il Contributo scuola (asilo nido, infanzia ed elementare) i lavoratori o i titolari iscritti all'EBVF possono ricevere fino ad un massimo di 150 euro a rimborso delle spese sostenute oppure con il "Buono conciliazione vita-lavoro",  possono riceverne fino a 200 euro (baby-sitter, figli con DSA o ADHD (IPER ATTIVITÀ), assistenza domiciliare agli anziani, assistenza ai disabili, servizi di trasporto dei figli, servizi trasporto anziani/disabili per motivi di salute, centri estivi, dopo scuola, campi scuola).


DISABILITA': riconoscimento dei familiari e incentivi allo sport.

La Legge di Bilancio prevede l’istituzione del Fondo a sostegno del ruolo di cura e di assistenza, finanziando interventi che riconoscano il valore sociale ed economico delle attività di cura svolte da persone che assistono familiari che, a causa di malattia, infermità o disabilità, non sono più autosufficienti. Sul fronte delle politiche per la disabilità si segnalano inoltre nuovi stanziamenti per incentivare l’avviamento all’esercizio della pratica sportiva delle persone disabili e sostenere le attività del Comitato Paralimpico Italiano. 

Inoltre, grazie ad EBVF, per gli iscritti è possibile richiedere un contributo a"Sostegno alla disabilità". fino ad un massimo di 500 euro a fondo perduto, ogni anno.


INNOVAZIONE SOCIALE: l'importanza di adeguarsi agli standard UE

Un Fondo destinato “all’effettuazione di studi di fattibilità e allo sviluppo di capacità delle pubbliche amministrazioni sulla base dei risultati conseguibili”; questa è una altra opportunità della manovra per favorire e potenziare l’innovazione sociale. Per capire quali saranno le modalità di funzionamento, le regole di accesso e le aree di intervento bisognerà attendere la pubblicazione dei relativi decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, entro il 30 marzo 2018.

Per le pubbliche amministrazioni, gli esercizi commerciali, associazioni no profit, e i cittadini in genere, EBVF promuove una straordinaria piattaforma di welfare territoriale dedicata alla crescita economica e sociale del territorio. Per aderirvi contattate l'ufficio EBVF.


FONDAZIONE DI ORIGINE BANCARIA: più ambiti per il credito d’imposta

Per il triennio 2019-2021 è previsto un credito di imposta pari al 65% a favore delle Fondazioni di origine bancaria che promuovono il welfare di comunità attraverso interventi e misure di contrasto alle povertà, alle fragilità sociali e al disagio giovanile, di tutela dell'infanzia, di cura e assistenza agli anziani e ai disabili, di inclusione socio-lavorativa e integrazione degli immigrati nonché di dotazione di strumentazioni per le cure sanitarie. 


12 gennaio 2018 -12:00


Query non eseguita:
select n.*, c.new_cat_descrizione as categoria from SE_NEWS as n LEFT JOIN SE_NEWS_CATEGORIA as c on (n.new_categoria=c.new_cat_codice) where n.id = '947'